11/01/2006 - Ho avuto successo, ma adesso aspetto l'amore

Data News
   
29/12/2017 SPECIALE Capodanno
10/11/2017 2017 - LILLY LA VAGABONDA
05/12/2016 2016 - Il Gufo e la Gattina
16/12/2015 2015 - Cicale
03/06/2015 Un'estate insieme con Effetto Estate, su Rai1
07/05/2015 Da oggi testimonial dell'AIRC
26/01/2015 Da 50 anni contro il cancro, con coraggio
12/12/2014 Porta a Porta...una serata divertente
01/12/2014 Grazie di tutto!
24/11/2014 Dedico a tutti voi la mia vittoria!
17/11/2014 Mancano solo due puntate...
07/11/2014 Questa sera sarò Mina!
05/11/2014 Con Diana Ross mi sono proprio divertita
21/10/2014 Interpretazione di Milva, emozione e divertimento...
14/10/2014 Dopo una settimana di riposo mi preparo per Milva
04/10/2014 Un pò di riposo dopo Kim Carnes
03/10/2014 Questa sera mi aspetta Kim Carnes!
29/09/2014 La mia esibizione emoziona Iva Zanicchi
26/09/2014 Fra qualche ora interpreterò Iva Zanicchi..
20/09/2014 Mi rifarò con Iva Zanicchi nella prossima puntata
17/09/2014 Con Liza ho ottenuto il secondo posto a Tale e Quale Show
12/09/2014 Tutto pronto per Tale e Quale Show
12/09/2014 Rita Forte nel cast di Tale e quale Show!
18/03/2014 Grazie a tutti!
17/03/2014 Rita Forte In...canta Napoli - Teatro Roma (17 Marzo)
10/03/2014 Rita Forte In...canta Napoli - Teatro Manzoni (10 Marzo)
03/02/2014 Rita Forte In...canta Roma - Teatro Roma
20/01/2014 Rita Forte In...canta Roma - Teatro Manzoni
23/05/2006 Con tutto il mio cuore....
11/01/2006 Ho avuto successo, ma adesso aspetto l'amore
10/01/2006 Viva il presepe con Pulcinella!
03/10/2005 Torno in TV e debutto alla RAI

A 42 anni il mio bilancio professionale è più che soddisfacente, ho realizzato il mio sogno di bambina: cantare. Ma, ahimè, non ho ancora trovato l'uomo della mia vita. Dovrà essere una persona speciale, disponibile a condividere il fatto che non posso avere figli». Così dice Rita Forte, la popo lare cantante e pianista, lanciata da Tappeto volante e da Buona Domenica, che vediamo in TV nel programma Cominciamo bene, su RaiTre dal lunedì al ve nerdì alle 10.15, al fianco di Fa brizio Frizzi ed Elsa Di Gati, dopo due anni di assenza dal vi deo. La incontro nella sua casa sul mare, a Terracina, dove vive con la mamma e dove, come non aveva mai fatto prima, si la scia andare parlando del suo "destino" di single e dei suoi rapporti con gli uomini. Una vi ta, la sua, movimentata, all'in segna della musica e della TV, nella quale, insieme con i suc cessi, non mancano però mo menti difficili. Come quello che risale a due anni fa. «Ho avuto un problema di sa lute che ormai è superato», rac conta «ma che da allora mi ha tolto la possibilità di diventare madre. Certo, i bambini mi piac ciono molto, ma sono convinta che una donna possa sentirsi realizzata anche se non è madre. Comunque non ho mai proget tato di mettere al mondo una creatura ne ho mai progettato di sposarmi. E questo perché non ho mai trovato l'uomo giusto».  

Come mai?
«Finora è andata così. L'amore è quello che è. Mi sono sempre capitate le persone sbagliate. O meglio, forse sono io che ho scelto gli uomini sbagliati».

Lo cerca il principe azzurro?
«Certo, se capita! Io sono una passionale. In amore non ci sono "adattamenti". Il cuore deve battere forte-forte e la testa deve
perdere la ragione. Insomma, non conosco vie di mezzo: devo partire completamente. Ma finora nessuno è riuscito a farmi "partire"».

Però le sarà capitato di arrivarci vicino.
«Come no? Ricordo il primo amore. Avrò avuto 13 anni e mi innamorai di un ragazzo di Latina che veniva in vacanza a Terracina. Quando lo vedevo mi tremavano le gambe. Diventavo tutta rossa. Camminavamo mano nella mano sulla spiaggia.
Una storia, però, senza baci e carezze, a quei tempi non si osa va, ma che porto dentro di me come un ricordo bellissimo.
Viene ancora in vacanza a Terracina, dove trascorre il periodo estivo. Sono amica delle sue sorelle».

E in seguito?
«Dieci anni fa persi la testa per un avvocato romano. Alla mia migliore amica, quella con cui ho trascorso l'infanzia e l'adolescenza, ripetevo continuamente: "Lo amo, lo amo...". Invece l'amore è svanito. Con il tempo è diventato affetto e si è concluso con un bellissimo rap porto di amicizia, che ancora ci lega profondamente. Poi tré an ni fa ho avuto l'ultima storia d'amore importante con un pro duttore televisivo che avevo co nosciuto quando lavoravo a Tap peto Volante. Stesso copione di prima: è scoccata la scintilla di un amore travolgente. E confes so che per la prima volta ho pen sato: "Questa è la volta buona. Questa volta mi fermo". Ma poi quel fuoco si è spento un po' al la volta e sono rimasta nuova mente sola. Diciamolo pure, il mio vero amore è il lavoro. Lu ciano Rispoli, lo "zio" Luciano, che mi volle a Tappeto volante, mi ripeteva sempre: "Non trove rai mai nessuno che amerai co me ami cantare". Mai verità fu più vera».  

Da allora è single?
«Sì. Ma non sola. A Roma vi vo con la mia mamma: Marie Vittoria, che ha 78 anni. Siamo legate da sempre. Sono figlie unica e sono rimasta orfana di padre quando avevo 7 anni. lì giorno della tragedia non potrc mai dimenticarlo: mio padre che era un commerciante, uscì la mattina, dopo avermi baciato ma non tornò per l'ora di pran zo: ebbe un incidente stradale. È stato il momento più difficile Una bambina non conosce la parola morte, ne de •- e solo prendere atto. Una ferita mai chiusa. Un dolore così forte Jhe tutte le volte che entro in crisi mi ritorna a galla, però mi fa superare i problemi e le ango sce di tutti i giorni, grazie anche .'I fatto che ho un buon carattere e quindi sono una che tende a superare tutto». La mamma è anche la sua consigliera? «Amica, consigliera... E a lei devo tutto. A 5 anni cantavo per casa, mia madre era assillata, così quando ho insistito per prendere lezioni di pianoforte non mi ha potuto dire di no, e avevo solo 6 anni. Grazie a lei ho coltivato questa mia passione per il canto. Poi nel '92, parteci pai a Sanremo: sezione giovani. Arrivai in finale e giunsi quinta a dispetto dell'anno precedente, quello presentato da Edwige Fe nech e da Andrea Occhipinti, dove invece arrivai terza con il brano E solo una canzone». Che cosa si aspetta dal futu ro? «Molte altre gratificazioni. Adesso la mia concentrazione va al programma Cominciamo bene. Sperando appunto di "co minciare bene" questo primo rapporto con la Rai, dove non avevo mai lavorato. Sono con tentissima: sarò sempre presen te in studio e, secondo l'argo mento del giorno, insieme agli autori sceglierò le canzoni da suonare. Ma sa il mio sogno? Quando le porte si chiuderanno definitivamente per me, spero di rimanere nel cuore della gente come lo è Nilla Pizzi: la regina della musica, bella signora, can ta ancora bene. Magari arrivassi a essere come lei».  

Articolo di Elisa Manzoni
Pubblicato sulla rivista DiPiù Tv n°51 (gennaio 2006)



Commenta la Notizia

Powered by Web Agency Pizzut.it